Internazionale

martedì 23 febbraio 2016 aggiornato alle 16.05

Giovanni Ansaldo

Cinque canzoni per il weekend

  • 10 ottobre 2014
  • 19.36

Tv On The Radio, Careful you
I Tv On The Radio, dal loro esordio nel 2002, non hanno mai sbagliato un disco. Il gruppo newyorchese tornerà il 18 novembre con il nuovo lavoro Seeds, dopo tre anni di silenzio. Il primo singolo Happy idiot faceva già ben sperare. La nuova Careful you prosegue sulla stessa scia: melodie più orecchiabili, arrangiamenti più semplici. Ma la qualità è sempre alta.

The War On Drugs, Tangled up in blue (Bob Dylan cover)
I War On Drugs, band di Philadelphia guidata da Adam Granduciel, hanno fatto uno degli album più belli del 2014, Lost in the dream. Non contento, il gruppo continua ad andare in tour in giro per il mondo (quest’estate ho perso il loro breve tour italiano e ancora mi mangio le mani) e si permette anche di fare una cover in grande stile di Tangled up in blue di Bob Dylan. La versione migliore è stata registrata dal vivo il 24 settembre per una radio statunitense e si può ascoltare a questo link, ma non si può embeddare. Quella che trovate qui sopra è stata registrata due giorni dopo, a Dallas.

Lorde, Yellow flicker beat
Questo è il primo brano inedito pubblicato dalla giovane popstar neozelandese Lorde dall’uscita del suo disco d’esordio, Pure heroine. Un album di grande successo, soprattutto grazie al singolo Royals, che le ha fatto vincere un Grammy a soli 17 anni. Prodotto da Paul Epworth, Yellow flicker beat è un altro brano pop perfetto per le classifiche, ma anche pieno di classe e mordente. Ed è stato scelto per la colonna sonora del nuovo capitolo di Hunger games, film culto per il pubblico adolescente. Tutto calcolato.

The Voyeurs, Stunners
I Voyeurs, prima conosciuti come Charlie Boyer & The Voyeurs, pubblicheranno il loro nuovo album Rhubarb rhubarb il 10 novembre. Per anticiparlo hanno scelto Stunners, un’acida cavalcata glam rock che sembra rubata a Marc Bolan. Canzone molto derivativa, ma con un bel tiro.

Eaves, As old as the grave
Ancora revival folk? Già, di cose simili a Eaves in questi anni ne abbiamo sentite tante: Midlake, Fleet Foxes, fino al più recente Jamie N Commons. Però questo pezzo, ispirato alla dura vita della classe operaia inglese, colpisce fin dal primo ascolto. Il ragazzo, originario di Leeds, ha talento. Il suo primo ep uscirà il 10 novembre. Vediamo se regge alla distanza.

Giovanni Ansaldo lavora a Internazionale. Si occupa di tecnologia, musica, social media. Su Twitter: @giovakarma

Leggi anche

Commenti

In copertina

Stipendi da fame

Stipendi da fame

Migliaia di lavoratori statunitensi si battono per l’aumento del salario minimo e il diritto di formare un sindacato. Sfidando le multinazionali dei fast food.

Ultime notizie

Ultimi articoli